PERIZIE INDISPENSABILI PER LA CONDANNA

La Cassazione (quarta sezione penale, sentenza 28102/2019) ha stabilito che il medico non è condannabile senza una perizia non di parte. 
Infatti Secondo la sentenza “il sapere scientifico costituisce un indispensabile strumento al servizio del giudice di merito, il quale dovrà però valutare l’autorità scientifica dell’esperto che trasferisce nel processo la sua conoscenza delle leggi scientifiche nonché comprendere se gli enunciati che vengono proposti trovino comune accettazione nell’ambito della comunità scientifica”.
Inoltre secondo la Cassazione è impossibile ignorare che in tema di responsabilità medica si sono succedute negli ultimi anni diverse normative (decreto Balduzzi e legge Gelli-Bianco) più favorevoli rispetto alla disciplina previgente.
Da ultimo la sentenza richiama i parametri utili per distinguere la colpa lieve dalla colpa grave: la misura della divergenza tra la condotta effettivamente tenuta e quella che era da attendersi, la misura del rimprovero personale, sulla base delle specifiche condizioni dell’agente, la motivazione della condotta e la consapevolezza o meno di tenere una condotta pericolosa.